Un fine settimana a tutta cultura con “Stradarte”

Stradarte 2016“Una manifestazione che consente una full immersion in un’altra epoca, e che Borgo San Lorenzo, con la sua storia, riesce a rendere in maniera molto efficace”. Con queste parole il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani ha presentato la seconda edizione di “Stradarte”, il festival delle arti di strada in programma a Borgo San Lorenzo i prossimi 8, 9 e 10 luglio. “La cittadina, cuore del Mugello, ha fatto benissimo a scommettere su un’iniziativa come questa, che può valorizzare un territorio di grande storia e cultura”, ha spiegato ancora Giani.
La seconda edizione del festival, dopo che la prima ha registrato un grande successo, ha coinvolto circa sessanta associazioni culturali, compagnie teatrali, cantanti e band musicali e poi poeti, circensi, ballerini, clown, pittori, scultori e artigiani che si alterneranno nelle varie postazioni allestite in paese, per proporre un totale di un centinaio di eventi in tre serate, dall’8 al 10 luglio. Come hanno spiegato durante la conferenza stampa di presentazione in palazzo Panciatichi l’assessore comunale Cristina Becchi e alcuni organizzatori, oltre a quelli locali saranno tanti gli artisti, provenienti da tutta Italia, che si esibiranno negli angoli più interessanti del centro storico. Un obiettivo, tra gli altri, è quello di riportare le persone a vivere le strade del paese, far riscoprire i vicoli e piazze del capoluogo mugellano sotto un’ottica differente a quella consueta e vivacizzare l’estate mugellana. La manifestazione sarà completamente ad ingresso gratuito. Così, mentre si potrà vivere una serata tra i locali ed i negozi del centro, Borgo dal tardo pomeriggio si animerà di artisti all’opera nello scolpire, dipingere, incidere, cucire; mentre ogni sera, saranno una ventina gli spettacoli che si alterneranno per la gioia degli amanti di ogni arte.

PROGRAMMA SPETTACOLI STRADARTE 2016

Venerdì 8

18.30 “Su misura”, special reading con la scrittrice Simona Sparaco (Piazza Garibaldi)

Gli autori delle “Storie in barattolo” incontrano l’autrice del fortunatissimo “Nessuno sa di noi” Giunti Editore. In collaborazione con Parigi&oltre libreria. A seguire Aperibarattolo a cura di Passaguai.

dalle 19 spazio Accademia delle Belle Arti con lavori in varie tecniche (Piazza del Popolo)

‘’Proveniamo da luoghi diversi, da regioni diverse, ma la passione per l’Arte ci ha fatte incontrare’’. Cinque ragazze dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, che frequentano il terzo anno, e che si dividono tra corso di decorazione e scultura. L’ Arte è scoprire nella realtà certi segni e rapporti, logicamente inspiegabili, ed evocarli comunicandoli, cosi che per mezzo di quelli il mondo reale si presenti, ha la sua moralità l’arte e molte delle sue regole sono dell’etica comune o perlomeno analoghe. Al di là delle retoriche credono fortemente nell’immenso potere dell’arte in quanto questa si propone tra l assoluto ed il relativo, permette all’uomo di lasciarsi andare ed interpretare il ‘’Mondo’’, di parlare con il cuore ed arrivare alle altre persone con un linguaggio di forme e colori. Saranno presenti alla manifestazione: Nicla D’ Angelo, Simona Moscati, Marta Foresi, Azzura Giubbolini, Schasa Ricci, Stella Zoppi

20.30 Tipi diVersi (vicolo della Poesia/Castelvecchio)

Poesia e Musica con Giovanni Degl’Innocenti e Leonardo Parisio

20.30 Hang/handpan live performance a cura di Mattehang (Porta di Levante)

Hang/handpan live performance.  Un’immersione sonora tra Ambient, Chill Out, Lounge, Etnica, New Age e meditazione. Matteo Trafeli è un polistrumentista e suona un qualcosa di molto particolare, lo Hang, considerato lo strumento più ricercato al mondo. Un suono che arriva dritto all’anima!! Tutto questo e molto altro nelle date del suo nuovo Progetto e Tour “Oltre…”

20.45 Esibizione di chitarra classica con Alessandro Francolini (Sant’Omobono)

Insegnante presso la Scuola di Musica “Agorà” di Borgo San Lorenzo. Ha alle sue spalle un’intensa attività concertistica che l’ha portato a esibirsi in tutta Italia oltre che in Svizzera, Germania, Ungheria, Francia e Spagna, sia come solista che in formazioni di musica da camera. Ha collaborato più volte con l’ORT (Orchestra Regionale della Toscana) e con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. In questa serata propone musiche di Vincenzo Galilei, Heitor Villa-Lobos, Leo Brouwer, Roland Dyens.

21 “Fante, Cavallo e Re” spettacolo della Compagnia Jamin-a (Piazzetta Romagnoli)

Poesia e Musica sulla Grande Guerra con Paolo Gagliardi, voce narrante, Gianni Penazzi, chitarre e voce e Camilla Missio, contrabbasso. Testi delle letture tratti dalla raccolta “Fent, caval e re” (L’Arcolaio), lo spettacolo, che mischierà musica, poesia e contributi multimediali, provenienti dall’Archivio di Stato di Roma è stato premio “Città di Ischitella-Pietro Giannone” 2015 ed è accreditato dalla Commissione Centenario Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

21 Concerto Funkazoo (Piazza del Poggio)

I Funkazoo apriranno il nuovo spazio di Piazza del Poggio con cover funky / soul / rhythm and blues.  Un concerto dunque che si muove su questi generi, con saltuarie incursioni rock’ roll / blues.  Il gruppo fiorentino è composto da una cantante/chitarrista, 3 coriste, chitarra, basso, tastiera e batteria.

21.15 “Il vizio della passione” con Daniela Morozzi (vicolo della Poesia/Castelvecchio)

Attrice fiorentina rubata al teatro dell’improvvisazione. Nel 1988 entra a far parte della Lega Italiana Improvvisazione Teatrale (LIIT), prima come attrice e poi come insegnante e direttrice artistica. Lavora anche come attrice cinematografica e soprattutto televisiva, diventando nota grazie alla serie tv di Canale 5, Distretto di polizia, dove dal 2000 al 2010 ha interpretato il ruolo di Vittoria Guerra. Nell’occasione interpreta pensieri al femminile e prosegue con Beatrice Niccolai in un duetto nelle parole

21.15 Concerto di Don Maurizio Tagliaferri e Cristiano Rossi (Sant’Omobono)

Una serie di duetti per violino su musiche di Bela Bartok, Luciano Berio, W. A.Mozart, Giovanbattista Viotti. E’ il suggestivo spettacolo che offriranno in Sant’Omobono, in occasione di Stradarte, Don Maurizio Tagliaferri, padrone di casa e Pievano di Borgo San Lorenzo e Cristiano Rossi. Don Maurizio Tagliaferri dopo lo studio al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze ha avuto esperienze significative presso la Scuola di Musica di Fiesole ed è stato membro dell’Orchestra Giovanile Italiana, con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e con l’Orchestra della Toscana. Cristiano Rossi inizia precocissimo, a nemmeno cinque anni, lo studio del Violino con una tale convinzione che lo porta a diplomarsi, a soli 16 anni, al Conservatorio di Bologna alla Scuola di Sandro Materassi. Ha al suo attivo innumerevoli recital ed importanti concerti in tutte le città italiane, in Europa, Sud America, Stati Uniti e Giappone, per i Teatri più prestigiosi e ha partecipato ai Festival lnternazionali di Venezia, Stresa, Spoleto, Varna, Istanbul, Dubrovnik. È stato invitato a partecipare a numerose e importanti manifestazioni: per l’Unicef, per il Bicentenario degli Stati Uniti (1976) con un recital alla Casa Bianca, per le Celebrazioni Colombiane (1992) a Genova, suonando il famoso “Cannone” di Paganini, a Castelgandolfo alla presenza di S.S. Papa Giovanni Paolo II ed ha ricevuto vari prestigiosi Premi fra i quali il “Diapason d’Oro” della Rai.

21.30 “Se son rose hanno le spine” a cura della Compagnia Teatrale Il Piccolo (Piazza del Popolo)

La Compagnia Teatrale il Piccolo è stata fondata nel 1980 dai giovani della Pieve di Borgo San Lorenzo. Nel corso degli anni ha prodotto numerose commedie in fiorentino e musical. Ultimamente oltre ai lavori teatrali ha dato vita anche a spettacoli di canzoni dei primi del novecento e dei cartoni Disney. In questa occasione presenta uno scherzo comico di Laura Borelli con la colonna sonora di canzoni del tempo che fu. La storia dei fratelli Adone e Gastone Corbelli fatta di amori, dis-amori, tradimenti con colpo di scena finale ambientata nella Firenze del primo dopoguerra. Interpreti: Matteo Perini, Paolo Innocenti, Michela Aramini, Filippo Margheri, Ilaria Rogai, Simona Taglieri, Antonella Mignani, Laura Borelli, Laura Innocenti, Tommaso Lucii.

21.30 “Street Gospel” concerto dei Sound Gospel Train (Piazza Cavour)

SoundGospeltrain & Monica Masini propongono il ritmo propulsivo del gospel, e non solo, le intricate armonie del repertorio eseguito dal gruppo, sia a cappella che con supporto strumentale. Il SoundGospleTrain, nasce nell’ottobre del 1991 presso Ass.ne SOUND da un progetto di Monica Masini. Costituito da voci miste con un’ottima preparazione sia tecnica che solistica, affronta inizialmente un repertorio a cappella di stampo Afroamericano con i classici del Gospel e dello Spirituals arrivando in una suggestiva escursione fino a brani jazz, soul, pop, musical, con suggestive Afrosong cantante in lingua originale, che danno, grazie anche a sapienti arrangiamenti, un caratteristico colore vocale del quale il gruppo si impossessa.

21.45 Concerto del duo Perla Marina (Piazza Castelvecchio)

Un duo musicale tutto al femminile. Violino, pianoforte e fisarmonica. Genere di musica che spazia dalla musica classica, leggera, folk e popolare. Il duo è composto da due professoresse di musica di estrazione classica ma poliedrico e moderno. Perla Cangi e Marina Vicenzi sono docenti presso le scuole comunali di musica del Mugello e Val di Sieve e Borgo San Lorenzo, gestite dall’Associazione Sound presentano un vasto repertorio per tutti coloro che amano la vera musica.

21.45 Proiezione concerto di Emanuele Lippi a cura di Note dal Mugello (Palazzo Comunale)

Note dal Mugello, rinnovata nel suo consiglio e con grandi idee per l’immediato futuro propone, nel suggestivo scenario dell’atrio del Palazzo Comunale, la proiezione del concerto del Maestro Emanuele Lippi, borghigiano, tenutosi al Teatro Giotto lo scorso 21 aprile. Si potranno così riapprezzare, anche per chi non avesse assistito dal vivo alle più belle pagine della musica del periodo di quella ormai lontana Prima Guerra Mondiale, i più celebri brani dei più grandi artisti dell’epoca come Leoncavallo, Mascagni, Puccini ed altri ancora, in una prospettiva non scontata e per certi versi inedita di lettura di quel conflitto.

22.30 Concerto Overflow Acoustic Duo (Piazza del Poggio)

Gli Overflow sono un duo acustico chitarra/voce e cajon/percussioni attivo nella provincia di Firenze da più di tre anni. Propone riarrangiamenti in chiave acustica sia di brani di vecchia data (Battisti, Pink Floyd, Rolling Stones,…) sia brani provenienti da epoche più recenti (Kings of Lion, Coldplay, Mumford and Sons,…).

22.30 Spettacolo di poesia e musica dei Tipi Diversi (Piazzetta Romagnoli)

Le più belle poesie del 900′ raccontate attraverso la complicità nata tra la musica e le parole per uno spettacolo intimo e coinvolgente

22.30 “Ballo ad Alta quota” (vicolo della Poesia/Castelvecchio)

Alfredo Vestrini, Nicola Genovese e Leonardo Baggiani vi faranno viaggiare sulle note e sognare alla luce di candela del Vicolo della Poesia. Un viaggio interiore guidato da questo trio di eccezionale valore.

23 Concerto dei Black Moon (Piazza Cavour)

I Black Moon sono un duo composto da Aldo Lorenzi (tastiere) e Johnny Del Ponte (chitarra e voce). Il genere spazia dal pop al blues con incursioni nel rock & roll.

Sabato 9

17 “Prova la danza irlandese” a cura dei Gens D’Ys (Piazza del Popolo)

Danze irlandesi di gruppo per tutti guidate dai piedi esperti dei ballerini dell’Accademia Danze Irlandesi Gens d’Ys Sede Firenze. Le danze apprese durante il workshop potranno essere ballare durante il concerto serale con The Hidden Note. Gens d’Ys è sin dal 1993 sinonimo di danza irlandese in Italia. Grazie agli insegnamenti di maestri irlandesi di danza è ora una realtà ramificata in tutta Italia con numerosi corsi settimanali di vari livelli e specialità. L’Accademia, certificata dalla Commissione Irlandese di Danza a Dublino (An Coimisiún le Rincí Gaelacha), gode da molti anni del patrocinio dell’Ambasciata Irlandese in Italia e dell’Ente Nazionale del Turismo Irlandese di cui è Testimonial Ufficiale. Il legame tra tradizione e innovazione nella didattica e in tutte le attività proposte (tra cui spettacoli, stages e animazioni) è unicamente reso possibile dalla vera passione per la danza irlandese di insegnanti e ballerini.

18 “Masetto da Lamporecchio” a cura di FraMenti Diversi (Piazza Cavour)

Il gruppo teatrale dei fraMenti diVersi (perchè chi fa Teatro è Felice) presenta una particolare versione del Masetto del Decamerone del Boccaccio …(I novella della III giornata): Il gruppo delle teatranti “Le Golose” arriva in paese e come dei veri menestrelli del rinascimento raccontano la famosa novella con l’aiuto di un “particolare teatrino delle marionette”…

 

18 “Disney…in Piccolo” a cura della Compagnia Teatrale Il Piccolo (Piazzetta Romagnoli)

La Compagnia Teatrale il Piccolo è stata fondata nel 1980 dai giovani della Pieve di Borgo San Lorenzo. Nel corso degli anni ha prodotto numerose commedie in fiorentino e musical. Ultimamente oltre ai lavori teatrali ha dato vita anche a spettacoli di canzoni dei primi del novecento e dei cartoni Disney. Come in questo caso nel quale propone un concerto di canzoni tratte da alcuni tra i più bei film animati della Disney per continuare a sognare… Interpreti: Antonella Mignani, Simona Taglieri, Laura Innocenti, Teresa Bracaloni, Rossella Cianci, Paolo Innocenti, Filippo Margheri, Stefano Tagliaferri.

18.30 “Storie in barattolo”, alla scoperta del fenomeno letterario dell’anno (Piazza Garibaldi)

Intorno all’Ape reading con Matteo Lucii‎ e Serena Pinzani. Dalle storie personalizzate per adulti alle fiabe per bambini. A seguire Aperibarattolo a cura di Passaguai.

21 “Un Donatello a Borgo San Lorenzo?” conferenza sul busto di San Lorenzo (Pieve di San Lorenzo)

Una bella storia mugellana, che si tinge di giallo e di tratti rocamboleschi. Una conferenza molto interessante, che contribuirà a svelare alcuni misteri che ruotano intorno al busto di Donatello che si trovava in Pieve, raffigurante San Lorenzo. Una scultura del celebra artista che raffigura il Santo Protettore di Borgo. Scultura (oggi in mostra a Padova) che, attraverso vicende rocambolesche sarebbe stata portata via dalla cittadina mugellana molti anni fa (a fine ‘800, pare con un inganno) e sostituita con una copia. A parlarne, oltre al pievano don Maurizio Tagliaferri, noti studiosi tra cui il prof. Francesco Caglioti che guiderà in questo viaggio nell’arte.

21 Dimostrazione di Tango Argentino a cura del Tango Club Firenze (Piazza Castelvecchio)

L’Associazione offre corsi stabili di avvicinamento, approfondimento e di specializzazione di tango argentino per tutti i livelli e una serie di attività complementari e di socializzazione: corsi di canto-tango, corsi di pilatango (pilates dal punto di vista del tango), serate di ballo e di pratica, eventi e concerti. L’obiettivo principale di Tango Club Firenze ASD è quello di far conoscere e diffondere la cultura del tango argentino in ogni sua forma espressiva: la musica, il ballo, le varie forme dell’arte, ma anche il cinema, il teatro, lo spettacolo. E che anche a Stradarte porterà una significativa dimostrazione con la possibilità di provare questo particolarissimo ballo.

21 Concerto de “Il Leo” (Piazza del Poggio)

Un viaggio musicale in Inghilterra che parte dai primi anni ’90 e arriva ad oggi, il tutto rivisitato in chiave acustica, per voce e chitarra. I grandi successi e i brani meno noti dei maggiori esponenti del Britpop e del post Britpop reinterpretati in acustico: Oasis, Blur, The Verve, Travis, Noel Gallagher, Coldplay, Radiohead, Richard Ashcroft, Muse, Beady Eye, con qualche sorpresa e brano dei “genitori” di questo genere

21 Concerto sulle musiche di De Andrè a cura di Semplicemente Coro (Piazzetta Romagnoli)

Il Coro è nato, in una data imprecisata per l’animazione della Messa delle 10 nella Chiesa parrocchiale di Borgo San Lorenzo. Da alcuni anni affianca questa attività con la realizzazione di Eventi musicali a favore della raccolta fondi per il restauro dell’Organo Stefanini 1696. Diretto da Marilisa Cantini, in questa occasione presenta una “Serata De Andrè”.

21.15 “Poesia sconfinata” (vicolo della Poesia/Castelvecchio)

“Roberto Paoli, poeta e traduttore di Jorge Luis Borges”. Con Renata Innocenti, relatrice, Giacomo Dominici interprete e Giuseppe Cancellieri alla chitarra per una serata all’insegna della poesia pura, strumento di sogno e di viaggio ma di vera analisi di se stessa e della realtà.

21.30 Esibizione dell’Ensemble di Chitarre “I Sei Emme” a cura di Agorà (Palazzo Comunale)

Margherita Moncini, Matteo Maretti, Matteo Michelini, giovani chitarristi (coetanei, 12 anni) sono allievi di Alessandro Francolini presso la Scuola di Musica “Agorà” di Borgo San Lorenzo. Suonano da tre anni assieme e, data la loro particolare predisposizione chitarristica, si sono esibiti in concerto sia in Mugello che altrove, non ultimo l’invito a tenere un concerto presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Firenze. Proporranno in una esibizione in quattro parti musiche di Jorge Cardoso, Hemil Hradecky, Fernando Sor, Matteo Carcassi, Leonardh De Call, Cees Hartog e Fiorenzo Carpi

21.30 “Musiche e danze d’Irlanda” a cura dei Gens D’Ys e Hidden Note (Piazza del Popolo)

Un angolo d’Irlanda a Borgo San Lorenzo. Una festa fata di musica e danza. Concerto di musiche tradizionali di The Hidden Note, brevi esibizioni dei ballerini dell’Accademia Danze Irlandesi Gens d’Ys e animazione danzante per tutti tipica delle feste a ballo d’Irlanda. Gens d’Ys è sin dal 1993 sinonimo di danza irlandese in Italia. Grazie agli insegnamenti di maestri irlandesi di danza è ora una realtà ramificata in tutta Italia con numerosi corsi settimanali di vari livelli e specialità. Il legame tra tradizione e innovazione nella didattica e in tutte le attività proposte è unicamente reso possibile dalla vera passione per la danza irlandese di insegnanti e ballerini. The Hidden Note, otto anni fa si incontrano alle session, nei pub livornesi prima e fiorentini poi, rincorrendo l’essenza di una tradizione lontana geograficamente, ma vicina tanto da essere per loro quotidiano. Così per strade differenti e spesso distanti ognuno è arrivato all’altro, ciascuno con il proprio bagaglio di esperienze e tunes da scambiare, o da mettere al servizio dei passi dei ballerini; un viaggio iniziato e ancora non finito che passa numerose volte dall’Irlanda, per continuare ad imparare e attingere dalle origini della tradizione, vero punto fermo del gruppo. Il loro repertorio propone quello tradizionale irlandese fatto di pezzi strumentali e da ballo: jigs, reels, marches ed highlands, polkas, intervallati da canzoni, con una predilezione per i brani della tradizione del Nord Irlanda, cui i componenti del gruppo sono in special modo legati visto che da lì provengono molti dei loro maestri.

21.45 “Le nuove (L)eve” spettacolo teatrale dei Non faremo tanto rumore per nulla (Porta di Levante)

Non faremo molto rumore è un progetto di formazione teatrale, curato dalla compagnia Prospettiva Capaneo al Teatro Giotto di Vicchio, volto alla creazione di un gruppo stabile di ricerca e produzione. Nell’occasione presenta “Le nuove (L)eve” con regia Matteo Cecchini. Uno spettacolo divertente tutto al femminile con Lara (tumiturbi) Bianchi, Sara (chollansia) Celeste, Alessandra (ndocojiocojio) Fabiani e Sofia (errarehumanumest) Pieri.

22 Spettacolo di canto e ballo anni 50-60 a cura di Honky Tonk Train Blues (Piazza Castelvecchio)

Honky Tonk Train Blues e Sweet&Sour eseguiranno un repertorio di genere swing, boogie-boogie e rock’n roll con brani relativi agli anni ’50 e ’60 con relativi ballerini in abito d’epoca che coinvolgeranno gli spettatori che potranno anche partecipare allo spettacolo che animerà Piazza Castelvecchio. Occasione di presentarsi per questa scuola mugellana che ha avuto riconoscimenti anche all’estero.

22.30 Concerto Born to blues (Piazza del Poggio)

Un duo acustico country/delta blues nato nel settembre 2006, e formato da Dario Bellaveglia (chitarra acustica e slide/voce), e Roberto Carloni (armonica/voce). Lo spettacolo è una rielaborazione dei classici del blues, del ragtime e del folk afroamericano, che, collocato temporalmente, va dalla metà del 1800 alla metà del novecento (prima della seconda guerra mondiale). La musica sarà contornata da riferimenti storici, aneddoti sulle vite dei musicisti, spiegazioni dei testi e dei contesti in cui le canzoni sono nate.

22.30 Spettacolo di musica e poesia del Duo Ampere (Piazza Cavour)

Duo costruito su base cantautoriale che si amalgama con una parte ritmica fatta di percussioni ed elettronica con un repertorio di classici italiani e inediti.

22.30 Spettacolo “Shakespeare a brandelli” della Compagnia ‘O (Piazzetta Romagnoli)

Piccoli frammenti di uno Shakespeare scomposto, smembrato, smontato. Gli attori hanno preso le sue parole e fatte proprie, utilizzandole come punto di partenza per una sperimentazione personale. Amleto, Caterina della “Bisbetica domata”, Rosalinda di “Come vi piace”, Lady Macbeth, Imogene di “Cimbelino”… Una fusione di corpi, voci e sentimenti:  quello che è stato il loro percorso al laboratorio, quest’anno, presentato dall’officina teatro ‘O.

22.30 “Jazz con Nicola Genovese e Renato Cantini” (vicolo della Poesia/Castelvecchio)

Chiusura della serata con due musicisti di eccezione per sognare al ritmo della musica, cullati dalle soffuse atmosfere del Vicolo.

Domenica 10

17 “Storie in barattolo‎”: le illustrazioni (Piazza Garibaldi)

Laboratorio grafico pittorico per bambini a cura dell’illustratrice Marta Manetti.

18 Concerto dei The hears (Piazza Cavour)

Una band di nuova formazione, proveniente da Castelfiorentino con alcune “incursioni”, unita dalla passione per l’Indie Folk. Ne fanno parte Nicola Corsinovi, fisarmonicista e cantante, Elisa De Blasio, cantante e chitarrista, Paolo Santini, percussionista e Vincenzo Santaniello, chitarrista.

18 Concerto dei Born to blues (Piazza Castelvecchio)

Un duo acustico country/delta blues nato nel settembre 2006, e formato da Dario Bellaveglia (chitarra acustica e slide/voce), e Roberto Carloni (armonica/voce). Lo spettacolo è una rielaborazione dei classici del blues, del ragtime e del folk afroamericano, che, collocato temporalmente, va dalla metà del 1800 alla metà del novecento (prima della seconda guerra mondiale). La musica sarà contornata da riferimenti storici, aneddoti sulle vite dei musicisti, spiegazioni dei testi e dei contesti in cui le canzoni sono nate.

18 Concerto SkaTà (Piazza del Poggio)

SkaTà è un gruppo musicale di percussioni afro-brasiliane nato dall’esperienza del fondatore di Sambanda Riccardo “Ghire” Innocenti che in questo nuovo progetto fa confluire anche altre esperienze e il suono diventa marcatamente “black”.

18.30 “Itinerari nel Mugello” (Piazza Garibaldi)

Presentazione della guida in italiano e inglese a cura dell’Associazione Stare, edizioni Studio Noferini

18.30 Spettacolo di poesia e musica dei Tipi Diversi (Piazzetta Romagnoli)

Le più belle poesie del 900′ raccontate attraverso la complicità nata tra la musica e le parole per uno spettacolo intimo e coinvolgente.

18.30 “Mediterraneo-India A/R” spettacolo a cura di Azhar Danza Orientale condotto da Novella Bianchi (Piazza del Popolo)

Turbinio di veli colorati, luccichio di gioielli e monetine, inizia il viaggio: dai paesi più vicini fino all’oriente e ritorno, attraverso mille e una danza. Un modo spettacolare di viaggiare attraverso il mondo con i sensi e la fantasia.

20.30 Concerto Trio Robbo (Piazza del Poggio)

Trio Robbo è cover pop, rock, blues, funky. Con Marco Badiali, Saverio Sisti e Roberto Molisse! Un mix di allegria ed energia per un intrattenimento tutte le volte movimentato!

21 Concerto della Dirty Old Band (Piazza del Popolo)

La Dirty Old Band è gruppo di musica folk irlandese e scozzese nato nella valle del Mugello nel 2007 e che da allora suona nelle strade, nei pub e nelle piazze. Con strumenti acustici come chitarra, violini e bodhran (tradizionali strumenti del folk irlandese), miscelati a sonorità particolari come lo djambé africano e le congas del Sud America, la Dirty Old Band affonda le proprie note nella tradizione secolare della musica popolare irlandese e scozzese e al tempo stesso cerca di innovare questo ricchissimo patrimonio musicale che più di ogni altri ha saputo resistere al dilagare della musica moderna. Nel 2015 il gruppo presenta il proprio album “Birth”, primo lavoro registrato in studio che raccoglie alcuni dei brani più rappresentativi del repertorio musicale che la Dirty Old Band ha suonato negli ultimi anni: si alternano un turbinio di suoni e ritmi, che inevitabilmente fa divampare in chi li ascolta il sacro fuoco della danza. La band è composta da Thomas Barnes (voce e violino), Simone Barbagallo (voce, bodhran e percussioni), Francesco Giura (chitarra, bouzouki e cori) e Saverio Vaiani (violino e cori).

21 Spettacolo itinerante degli SkaTà

SkaTà è un gruppo musicale di percussioni afro-brasiliane nato dall’esperienza del fondatore di Sambanda Riccardo “Ghire” Innocenti che in questo nuovo progetto fa confluire anche altre esperienze e il suono diventa marcatamente “black”.

21.15 “Dame, cavalieri e bottegai”  (vicolo della Poesia/Castelvecchio)

Quattro chiacchiere sul Boccaccio a cura di Daniela Cappelli con Marilisa Cantini al piano e Giacomo Dominici voce recitante

21.30 Musiche per Flauto e Chitarra a cura di Agorà (Palazzo Comunale)

Francesca Nardi, Flauto, e Ombretta Banchi, Chitarra, sono allieve della Scuola di Musica “Agorà” di Borgo San Lorenzo. Fin da giovanissime hanno frequentato i corsi di chitarra tenuti da Alessandro Francolini e da Helga Bohnstedt. Ultimamente Francesca ha intrapreso con ottimi risultati anche lo studio del Flauto traverso sotto la guida di Francesca Morozzi. Suonano assieme da 3 anni e in questa occasione eseguiranno musiche di Franz Schubert, Françis-Paul Demillac, John Dowland, Jean Baptiste Loeillet de Gand, Francisco Tárrega e Marco Gammanossi.

21.30 “il Piccolo Principe” a cura di Live art (Piazza Castelvecchio)

La lettura scenica del “Piccolo Principe” di Saint Exupery, proposta da Live vedrà sul palco Marco Paoli, Massimiliano Boretti, Matteo Lucii, Gabriella Vallini, Tommaso Nazzi, Matteo Berretti, Maria Cristina Rabatti. Lo spettacolo, in forma di lettura scenica e concerto, parte dal testo del grande scrittore aviatore francese russo, e narra il viaggio di iniziazione e di scoperta del Piccolo Principe che lasciando il suo mondo e i suoi affetti, viaggia per l’universo alla ricerca delle risposte che tutti noi ci poniamo nel corso della nostra vita. Nel viaggio, il Piccolo principe, incontrerà di volta in volta i vari personaggi che rappresentano gli stereotipi delle varie umanità. Un re, uno scienziato, un ubriacone, un usuraio e poi il lampione, il serpente ed infine la volpe, con ognuno di questi personaggi stereotipo, il Piccolo Principe scambia emozioni e da un senso al proprio viaggio. Ad ognuno lascia la sua impronta e una nota del suo straordinario canto di libertà. Una lettura scenica poetica impreziosita da una colonna sonora basata sulle canzoni di Vasco Rossi.

22 Concerto dei Guadalupe Mediavilla (Piazza del Poggio)

Chiusura in bellezza per il palco di Piazza del Poggio con la presenza internazionale del festival. Sarà il ritmo e l’energia degli argentini e messicani dei “Gaudalupe Mediavilla” ad avvolgere Borgo nel clima delle Americhe. Un viaggio tra malinconia ed allegria che vi contagerà e vi avvolgerà. Occasione per ascoltare il loro ultimo album “Vertigo” (latinoamerican gipsy).

22.30 Chiude il vicolo della poesia (vicolo della Poesia/Castelvecchio)

Leonardo Parisio con il suo cantautorato che si è fatto apprezzare in vari angoli della festa per la degna conclusione di un angolo di paese che torna a fiorire sulle liriche e sulle note.

 

 

 

 

Permanenti

Studi aperti degli artisti del gruppo DinAmo e non solo….                        Corso Matteotti e itinerante

Il gruppo DinAmo apre gli ateliers degli artisti in un Percorso d’Arte nel centro storico di Borgo San Lorenzo. Un circuito con 4 tappe tra sculture in legno e ceramica, dipinti e decorazioni, fotografia, disegno ed arti visive, per conoscere materiali e tecniche, creazioni ed ispirazioni. Una grande occasione d’incontro con alcuni artisti del Mugello e con la molteplicità delle forme dell’arte.

Percorso d’arte

Sede  1 – gruppo Dinamo,  Corso Matteotti 113

Corso Matteotti, Via Cocchi, Via S. Francesco, Piazza del Mercato

Sede 2 – Atelier Dipintori, Piazza del Mercato 37

Piazza del Mercato, Via del Canto

Sede3 – Centro Arte Renato Ratoci, Via del Canto 13

Via del Canto, Via del Pozzino

Sede 4 – Laboratorio d’arte Luca Canavicchio, Via del Pozzino 5

Il gruppo DinAmo  organizza visite guidate agli ateliers con partenza dalla Sede 1 Corso Matteotti 113 nei seguenti orari: venerdì 8 ore 20,45 e 22,15; sabato 9 ore 18,00 e 21,30; domenica 10 ore 17,30 e 19,00

La Scriveria                                                       Piazza Garibaldi

Le Storie in barattolo arrivano in… Ape. Dopo il fortunato debutto con la Pina di Radio Deejay e dopo aver raggiunto ogni angolo della penisola italiana, le storie uniche e personalizzate de “La Scriveria” arrivano a Stradarte. Storie d’amore e d’amicizia, fiabe per la nascita, racconti speciali per sottolineare momenti importanti. Tutto sempre e solo su misura, unico e personalizzato. Riempi il modulo e ordina la tua storia personalizzata. In esclusiva per Stradarte la possibilità di personalizzare le storie in barattolo con le illustrazioni di Elena Bianchi e Marta Manetti. ‎Nel salotto delle “Storie in barattolo” reading, incontri con l’autore, laboratori. A cura di Serena Pinzani e Matteo Lucii. Creazioni artistiche di Giulia Pini.

Blink Circus                                                      Piazza Garibaldi

Uno spettacolo itinerante in stile anni ’20…in un piccolo chapiteau di 35 mq dove all’interno si trovano 6 installazioni circensi (un grande carillon con una ballerina al centro, 4 ruote meccaniche, un libro gigante contenente porticine e finestre, due bauli verticali e due piccoli carillon e la galleria d’arte più piccola del mondo) tutte contenenti fotografie in stile surrealista-circense in miniatura..una fiaba fotografica  in sei capitoli realizzata dall’artista Lorenzo Mastroianni. Tutte le 130 immagini si possono osservare solo ed esclusivamente con lenti d’ingrandimento e particolari lampade che verranno consegnate ai visitatori dall’artista all’ingresso dello chapiteau. Lo spettatore verrà avvolto in questo percorso onirico da musiche di Edith Piaf, luci e suoni che accompagneranno il tragitto alla scoperta di questo mondo fotografico-circense in miniatura …senza limite di tempo.

Silvestro Sentiero                                          Itinerante

Silvestro Sentiero, poeta e poesia al tempo stesso, aria stralunata e una vera vocazione, seduto sul suo panchetto, con un cartello ti avverte che con lui puoi appropriarti di due dita di poesia, originali, uniche e irripetibili, scritte solo per te. Gli occhi che con garbo ti scrutano, la mano scrive sul foglio per ispirazione estemporanea, e da spettatore diventi tu stesso poesia. Da più di vent’anni, portando i suoi versi anche nei luoghi più sperduti della penisola, Silvestro Sentiero ha rappresentato e rappresenta tutt’ora, il primo e magico incontro con l’arte della poesia.

Borgo Cashemere                                          Cappella Biblioteca

Dalla creatività di Borgo Cashemere, azienda leader del settore, a Stradarte sarà esposto, insieme ad altre opere “Biagio l’astronauta”, una delle ultime creazioni che hanno girato il mondo.  Biagio nasce dal desiderio di creare un’opera sorprendente con tecniche vernacolari come l’uncinetto, la maglia e il macramé. Queste, utilizzando filati tecnici e accorgimenti particolari, permettono di ottenere particolari e inaspettati effetti di luce. Rispetto alle creazioni precedenti, vere e proprie esplosioni di colore, di forme e materiali, Biagio sintetizza l’eccellenza e la creatività di Franco Fredducci: pur essendo monocromatico e compatto, grazie alle particolari lavorazioni artigiane riesce ad affascinare ed intrigare.

LudoPuzzle                                                       Malacoda

Ludo Puzzle è un costruttore di Granada di giochi tradizionali di grandi dimensioni in legno, tutti lavorati artigianalmente, per accompagnare i bambini, ma non solo, alla riscoperta del piacere di giocare in strada. Una opportunità che trasformerà Malacoda in una via del divertimento tra divertenti sfide che appassioneranno giocatori di ogni età.

Le cronache di Populon (9-10 luglio)     San Martino

Le cronache di Populon, progetto indipendente di tre giovani mugellani che rispondono al nome di Dario Landi, Mattia Sarti e Giulio Niccoli. Dopo anni di test e sviluppo e dopo aver ottenuto una prima visibilità alla scorsa edizione del Lucca Comics & Games con la pubblicazione del modulo avventura Il Gladio Spezzato, questo titolo senz’altro interessante ha visto finalmente la luce proprio al Play di Modena. Occasione per capire e per giocare dunque a Stradarte nelle giornate di sabato e domenica.

Vippo (9 luglio)                                                               Corso Matteotti e itinerante

L’associazione di volontariato Vippo-Viviamo in Positivo Vip Prato si occupa di clownterapia e nasce nel novembre 2011 dal desiderio di voler portare un sorriso, un momento di gioia e speranza nel cuore di chi vive uno stato di disagio e di sofferenza. Non ha scopi di lucro e persegue solamente finalità umanitarie e di solidarietà sociale. Con una sua postazione, e poi itinerante per la manifestazione, porterà a giro per il paese, insieme ai propri clown, il proprio carico di speranze e di grandi progetti.

Mostra di Ceramica di Marco Augusti   Corso Matteotti

Una mostra di arte ceramica frutto di esperimenti con argilla, ed altri materiali. “Colori, forme e materiali si fondono per inventare contrasti di luce ed ombre. Creazioni bizzarre ed uniche per immaginare elementi naturali”

“Phot art” mostra fotografica a cura del Photo Club Mugello (9-10 luglio)         Sant’Omobono

Il Photo Club Mugello esporrà in Sant’omobono una serie di scatti sotto il titolo “PHOT ART”.  La mostra si prefigge di esplorare l’arte nel senso più generale del termine, attraverso una visione poliedrica, che abbraccia molteplici soggetti e situazioni. L’Associazione Photo Club Mugello, nata nel 2007, è composta da appassionati della fotografia. E’ un’associazione aperta a tutti coloro che hanno dentro di sé la passione ed il piacere di inquadrare, fotografare, sviluppare, elaborare, e stampare, con fotocamere analogiche o digitali. Attualmente i soci sono più di 200. Gli amici del Photo Club Mugello oltre che ritrovarsi per vedere fotografie e discutere di fotocamere, hanno già molte mostre ed incontri fotografici all’attivo.

Borgo in Bianco e nero                                Palazzo Comunale

Vecchie immagini di Borgo San Lorenzo da una collezione di Gabriele Cipriani, un amico che tanto ha amato il suo paese.

Mattia Sarti (9-10 luglio)                             Murales su legno

Dopo aver studiato alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze e aver seguito workshop con artisti e professionisti del settore, e studiato da vicino i grandi maestri della pittura, Mattia si dedica all’illustrazione e allo studio del Fantasy, con particolare attenzione a tutto ciò che riguarda la figura del Drago e dell’Eroe. Da alcuni anni collabora con Enrico Bagnoli che lo avvicina all’arte dei Graffiti e degli spray. Con La Bottega delle Arti Varie promuove le attività di disegno, pittura, fumetto, illustrazione, organizzando workshop e corsi con autori professionisti, attività che ha portato alla nascita del Mugello Comics, la prima fiera dedicata al mondo del fumetto, dell’illustrazione e del fantasy nella zona del Mugello, che ospita autori e artisti esordienti e professionisti. Pur utilizzando strumenti di colorazione digitale e tradizionale non ha mai dimenticato il suo primo amore: la matita.

Radio Mugello                                                Piazza Garibaldi

Radio Mugello nasce il 4 aprile del 1977 dalla passione di un gruppo di giovani e meno giovani uniti dalla convinzione che si stavano aprendo spazi di libertà fino a quel momento impensati. Libertà di trasmettere, libertà di ascoltare. Divertimento e impegno. Creatività e nuova comunicazione.  Molte cose sono cambiate negli anni, la tecnologia ha fatto passi da gigante, ma Radio Mugello mantiene volutamente questa caratteristica “artigianale”, che non va confusa con l’approssimazione e che ne è un elemento distintivo rispetto all’inutile rincorsa ad emulare i grandi network nazionali. Radio Mugello ha una sua identità precisa che non è fatta solo da chi conduce i programmi, ma dalla sua storia e dalla volontà di voler conservare lo spirito di servizio che l’ha sempre distinta e che ancora oggi la fa essere la più ascoltata nel territorio del Mugello. Nell’occasione trasmetterà in diretta dalla manifestazione con l’animazione dei propri speakers.

Artigiani all’opera in Corso Matteotti e Via Mazzini:  Alessandra Liberato (Illustratrice),  Bruno Brunoni (Pittore), Giuseppe Cappellari (Cappellaio), Claudia De Fausti (Art.artistico), Antonella Cuomo (Burattinaia), Patrizia Gabellini (Incisioni)

“Bollegiganti” laboratorio a cura di Alessandro Angeli                               Torre dell’Orologio

Da Torre del Lago arriva Alessandro Angeli con un laboratorio permanente di bolle giganti per bambini. Una vera e propria divertente scuola nel quale si insegna a fare le bolle giganti a bambini e adulti che vogliono imparare. Il laboratorio dura tutta la durata del festival creando un angolo interattivo e poetico grazie anche ad un simpatico carrettino!

Vicolo della Poesia                                                       Vicolo Castelvecchio

Programma ricchissimo per il Vicolo della Poesia organizzato da Beatrice Niccolai, dove, tra spettacoli, letture, musica ed una fantastica ambientazione, saranno esposte per tutte le tre sere, opere di Rachele Niccoli e sarà possibile degustare salumi locali e un vino bianco fresco offerti dalla Cooperativa Agricola di Firenzuola con anche piccoli salati offerti dal Panificio del Borgo.