Il successo di “Fabrica32” per l’ingresso di Borgo San Lorenzo tra le città della ceramica

Esordio con il botto per Fabrica32, la manifestazione voluta dal Comune di Borgo San Lorenzo con la collaborazione della Pro Loco, che per tre giorni ha celebrato l’ingresso di Borgo tra le Città della Ceramica. Un fine settimana originale che ha messo al centro la ceramica in ogni sua sfaccettatura, tra esposizioni artigiane, dimostrazioni di lavoro manuale, concorsi d’arte, musica, teatro e momenti di confronto tra istituzioni e professionisti.

Tanti i momenti da ricordare di questo lungo fine settimana, partendo dall’esibizione emozionante del “Semplicemente coro” con Marilisa Cantini sul sagrato della Pieve dedicato a San Francesco, introdotto dalle parole di Marco Pinelli. Oppure lo spettacolo originale “Frammenti” de Lo Scrittoio, un Itinerario nell’arte tra musica, poesia e letture scritto appositamente per Fabrica32 ed ispirato ai 4 elementi naturali, con protagonista un vaso della ceramista Alice Gori che durante l’evento ha inoltre tenuto piccoli laboratori di modellamento.

Tra le esibizioni più spettacolari da menzionare sicuramente quella dei Rabalà, un gruppo di musicisti-ceramisti che basa la propria produzione sulla ricerca sonora legata ai materiali ceramici. Grande protagonista anche il forno del ceramista inglese Terry Davies, artista eclettico e quotato (disegna e produce tazzine per Armani Home) che gira il mondo inventandosi nuove forme di cottura della ceramica. A Fabrica32 ha costruito un forno con 500 bordolesi e 6 pani di argilla da 25 kg. In due giorni ha raggiunto la temperatura di 1000 gradi e vi sono state cotte le piastrelle realizzate dai ragazzi delle scuole medie di Borgo nell’ambito di un progetto con Dinamo e Vieri Chini, oltre ai lavori realizzati nei laboratori di Claudia De Fausti. Uno spettacolo andato in scena en-plain air, attirando la curiosità di centinaia di persone che nel contempo hanno potuto ammirare tanti altri artisti presenti a Fabrica32, dalla giovane giocoliera del fuoco Faisca de Luz, l’aerial performer Loretta Morrone, volteggiante sui suoi tessuti aerei, la compagnia il Piccolo con il Coltello nella Roccia, il gruppo teatrale ”Non faremo molto rumore per nulla” di Matteo Cecchini ed altre realtà del teatro locale come l’associazione Punti di Vista Officina Teatro e Cinema o il coro  dell’associazione Sol# ed ancora il Vicolo della poesia con Beatrice Niccolai ed i suoi illustri ospiti.

Un’edizione ben riuscita che ha visto la chiusura in musica con la Bandoid ma che per tre giorni ha promosso l’arte della ceramica anche attraverso veri e propri laboratori con gli artigiani Alice Gori, Maria Paola Bordati, Ilaria Chimenti, l’Associazione Cavaliere Azzurro, Marco Augusti, Claudia Defausti e le dimostrazioni al tornio a cura dell’Associazione Arte della ceramica

Il week-end di Fabrica32 è stato inoltre l’occasione per la premiazione della Prima edizione del concorso Borgo Città della Ceramica premio Galileo Chini, andato a Marco Augusti con la sua opera “Paesaggio con luna”. Molto apprezzate anche le mostre “Ceramici” degli allievi di Luca Canavicchio, i “Ricami Liberty” delle signore dell’Agoturismo ed i “Cieli” di Mario Poggiali, così come le visite guidate di Marco Pinelli e Elisa Marianini che hanno fatto il pieno di visitatori tra Museo Chini ed il Palazzo Comunale.

Soddisfatta di questa prima esperienza l’assessore alla Cultura del Comune di Borgo Cristina Becchi: “Partiamo dalle note positive: la partecipazione delle associazioni che hanno dato fiducia a questa manifestazione, hanno raccolto la sfida e sono state al nostro fianco; la partecipazione dei ceramisti, che non era una cosa così scontata, visto che è un settore molto delicato e comunque il buon afflusso di persone, cosa che dà soddisfazione visto che si tratta di un evento che ha un target ben preciso in un settore delicato che non è semplice da promuovere. Sicuramente ci sono da rivedere ancora alcune cose, soprattutto per quanto riguarda gli eventi collaterali dove si può ancora migliorare. Però sono davvero soddisfatta – ribadisce Cristina Becchi – una prima edizione e per la prima volta si dà una connotazione ben precisa a Borgo San Lorenzo che trova il suo posto come Città della Ceramica all’interno di un circuito nazionale importante e Fabrica32 sono convinta ci permetterà di uscire davvero dai confini del Mugello. Ringrazio la Pro Loco, Serena Pinzani e Luca Canavicchio perché in tutto questo percorso è stato vicino all’Amministrazione e ha stimolato l’Amministrazione comunale a fare meglio”.

Dello stesso tono le parole di Serena Pinzani, direttrice artistica dell’evento: “Sono molto soddisfatta di questa prima edizione che come tutti i debutti porta in sè molte incognite. Ma ho trovato molto consenso e soprattutto molta collaborazione da parte di tante associazioni, artisti, commercianti, aziende, semplici cittadini che applaudono al format dell’evento che è riuscito a mettere al centro l’arte, la cultura, la nostra storia di artisti e di artigiani e soprattutto la concretezza della manualità come valore fondamentale da valorizzare e trasmettere ai giovani. E su questa base lavoreremo fin da subito per la seconda edizione tenendo conto anche delle criticità e dei suggerimenti costruttivi emersi in questa prima edizione. Possiamo dire che con Fabrica32 Borgo ha degnamente festeggiato il suo ingresso nelle Città della Ceramica”.

Nel pomeriggio di chiusura della domenica spazio anche alla collaborazione tra Borgo San Lorenzo e Faenza, che ha partecipato con il suo vice Sindaco Massimo Isola, Presidente Aicc. Una collaborazione caratterizzata dalla presenza a Fabrica32 di molti ceramisti faentini, anteprima di future connessioni artistiche tra le due città. Presente all’incontro istituzionale, insieme al Sindaco di Borgo San Lorenzo Paolo Omoboni ed all’assessora alla cultura Cristina Becchi anche il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani che ha ricevuto il premio “Galileo Chini” per l’opera di promozione e sostegno delle attività della ceramica artistica in Toscana.
Riconoscimento infine anche per Luca Canavicchio per il grande lavoro che ha fatto per promuovere l’ingresso di Borgo S.Lorenzo nel circuito delle città della ceramica oltre per la valorizzazione anche didattica dell’attività ceramica a Borgo San Lorenzo e per il sostegno alla nascita di Fabrica32.